Sotterranei di velluto

Racconti e poesie

di Gianluca Baggio

Gianluca Baggio nasce il 14 febbraio 1979 a Bolzano. Hockeista professionista studia e lavora nella città natale, con una parentesi a Trento per studiare Filosofia. Oggi vive a Verona, è padre di tre bambine ed è un uomo e un marito amato.
La sua vita in poche righe può sembrare quasi normale, ma la sua esistenza, oltre che dal suo spirito libero, è stata forgiata da una battaglia continua con mente e corpo. Gianluca soffre infatti di Sindrome Bipolare, Sclerosi Multipla e Morbo di Parkinson. E vuole lasciare un segno del suo passaggio attraverso la potenza delle sue parole, capaci di andare oltre il suo dolore e di esprimere tormenti e gioie con egual passione. Oltre alla gabbia del tempo da cui lui fugge attraverso la sua arte. Gianluca Baggio padre, marito e artista. Uomo mai piatto, sempre sopra le righe ed eccessivo.

www.gianlucabaggio.it

Biografia

Gianluca Baggio nasce a Bolzano il 14 febbraio 1979.
Figlio di una generazione che fatica a trovare un suo baricentro, in bilico tra i drammi del passato e l’ipervelocità del futuro.
Cresce in una realtà dove tutto è dualismo, a partire dall’identità territoriale, sempre in bilico tra i dubbi esistenziali e di appartenenza. Il suo animo sensibile viene vestito con una divisa da hockey, sport in cui primeggia orgogliosamente, sempre avvolto nell’ossimoro fra la sua corazza e la sua anima.
La vita spesso sceglie per lui, dagli studi imposti, lontani dalle attitudini classiche cui lui aspirava, alle malattie che complicheranno il suo percorso umano.
Baggio si sposa presto, in un tentativo di sparigliare le carte del gioco della vita. Da quell’unione gli rimarrà una salda amicizia ma il matrimonio naufragherà sotto il peso dell’irrisolto.
Ed è così che l’artista decide di riprendere il percorso che sembrava più lineare, quello già battuto dal padre e si dedica con successo all’Interior Design sentendo sempre però la sensazione di star soffocando emozioni e passioni. Ma essendo diventato un uomo da tale si comporta, adattandosi alle regole del vivere comune ed arricchendole con l’arrivo di tre adorate bambine.
Nonostante la decisione di far prevalere la ratio sull’istinto sarà il corpo a tradirlo. Gianluca Baggio scopre infatti nel giro di due anni la ragione della sua costante inquietudine e la motivazione della sua fatica. Gli vengono diagnosticate la sindrome bipolare e la sclerosi multipla.
L’esistenza è un fardello pesante da portare quando il tuo corpo e la tua mente cercano di trascinarti a fondo, ma pur inciampando nella tortuosità del suo cammino, pur affrontando i demoni oscuri del suo sentirsi un emarginato, un maledetto, pur avendo conosciuto l’oblio degli espedienti di fuga, decide di rialzarsi.
La sua storia d’amore affonda sotto il peso di tanti ostacoli ma per fare spazio ad una donna che lo accoglie con la consapevolezza del suo valore umano e vede in lui l’eroe che lotta con le avversità del fato.
Conoscere il proprio nemico gli concede di armarsi per difendersi e, sebbene da sano giocatore di hockey si ritrovi ad essere un paziente coinvolto in una girandola di visite, medicine ed esami, decide di non voler cedere all’oscurità che alberga in ognuno. Continua a lavorare dedicando però anche del tempo all’arte, da godere e da vivere. I musei di Verona, sua città di adozione, diventano la sua seconda casa e la poesia il suo strumento di comunicazione più potente donandogli gratificazione e la commovente sensazione di sentire tra le mani le pagine di libri pubblicati, frutto della sua penna e del suo cuore.
E mentre una pandemia colpisce il mondo, il suo corpo presenta a Gianluca un altro conto salato da pagare, un nuovo nemico con cui convivere, il morbo di Parkinson.
Con questo ultimo affondo sembra che sulla pedana da schermidore che è la vita, il risultato sia già scritto. Ma Gianluca decide di dare un’altra stoccata all’esistenza e, pur dovendo rinunciare ad una realtà “canonica”, decide di vivere appieno la propria libertà, il proprio quotidiano, la propria emozione e passione, trasferendole in opere.

Informazioni aggiuntive

ISBN: 979-8364433107

Sotterranei di velluto è disponibile su: